Archivi dell'autore: Luca Sablone

Indagine sulla scorta alla compagna: il dubbio che può incastrar Conte

Luca Sablone Il Viminale sulla scorta alla compagna: "Giustificata perché anche Conte era nell'appartamento". Ecco cosa non torna Non si placa la bufera sull'ipotetico utilizzo improprio fatto della scorta di Giuseppe Conte lo s... Continua a leggere »

Il governo tace sulla patrimoniale: “È una rapina agli italiani”

Luca Sablone Dall'esecutivo giallorosso nessuno ha ancora smentito l'intenzione della follia fiscale. Ira di Forza Italia: "Così mortificano il lavoro di milioni di italiani, i sacrifici fatti e la fiducia nello Stato" La sinist... Continua a leggere »

“Bloccano tutto per cancellare i dl Sicurezza: intervenga Mattarella”

Luca Sablone Il governo, in piena emergenza Coronavirus, si dedicherà a smantellare i decreti contro l'immigrazione. Il leader della Lega si appella al presidente della Repubblica: "Riaprire ora i porti non è l'urgenza del Paese... Continua a leggere »

Meloni: “Il governo voleva spaccare il centrodestra, ma non ci è riuscito”

La leader di Fratelli d'Italia smaschera i giallorossi: "A loro serviva dividerci per coprire una debolezza drammatica e per indebolirci, ci hanno provocato fino all'ultimo"

Un tentativo fallito in partenza per cercare di spaccare il centrodestra e di rovinare gli equilibri che in questi anni la coalizione è riuscita a trovare. Il governo auspicava la rottura totale tra Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega ma i loro sogni hanno dovuto fare i conti con una realtà di fatto: tutti e tre hanno votato in maniera compatta sullo scostamento di bilancio. Lo avevano già fatto in occasione dei primi due per poi astenersi invece alla terza richiesta, considerato che erano state dilapidate "enormi risorse senza mai chiederci nulla e senza considerare affatto le nostre proposte". Giorgia Meloni e gli altri leader hanno comunque portato avanti un concreto spirito di collaborazione e continuato a dare il loro contributo.

In tutto ciò sperava di sguazzarci la maggioranza giallorossa, che voleva dividerli "per coprire una debolezza drammatica" e per "indebolirci". Serviva soprattutto al Partito democratico che, dando l'impressione di trattare con i forzisti, avrebbero voluto "dare un avvertimento ai Cinque Stelle". "Volevano spaccarci, non ci sono riusciti. Questa è la verità. L’obiettivo è stato sempre e solo dividerci per indebolirci", è lo sfogo della presidenze di FdI. Che lamenta continue provocazioni "fino all’ultimo" per far sì che non votassero e lo facesse solo Forza Italia, augurandosi di poter cambiare lo scenario politico. Il Carroccio e Fratelli d'Italia tuttavia sono riusciti a tenere gli azzurri dalla loro parte e a essere fermi sulla loro richiesta: "O accolgono le proposte che tutti facciamo e tutti votiamo sì, o non lo fanno e non voteremo. E questo è successo".

"La forza dei partiti ora è diversa"

Matteo Salvini ha recentemente evidenziato la necessità di una federazione del centrodestra per evitare che le visioni diverse all'interno della coalizione possano diventare laceranti. La Meloni si è schierata contro la proposta del leghista poiché ritiene improbabile che improvvisamente si possa passare dall'ognun per sé a un partito unico. Pertanto ai suoi alleati ha proposto un modello alternativo: "Io sono per una confederazione, che preveda partiti distinti con le loro identità ma un patto di consultazione permanente per coordinare il più possibile le scelte. In questo caso, ci sto".

La Lega in Parlamento ha numeri molto maggiori di Fratelli d'Italia, stessa cosa i forzisti al Senato. Qualcuno potrebbe vederci un tentativo di egemonia di Salvini fondendo i gruppi parlamentari, ma l'ex ministro della Gioventù non ci vede questo spirito di malizia: "Però certo oggi i gruppi parlamentari non rispettano nei numeri i reali pesi dei partiti della coalizione. E in un dibattito su cosa fare anche questo conta".

"Il governo vuole Berlusconi"

Nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera, la leader di FdI si è espressa anche sulle voci secondo cui in FI ci sarebbe stata una forte spinta per votare da soli: si è limitata a ribadire la totale fiducia nei confronti del Cav quando sostiene che il centrodestra non è in discussione. E si è detta contenta che alla fine abbia isolato chi in Forza Italia, "magari per perseguire obiettivi di carattere personale, stava per fare il passo più lungo della gamba rischiando di far saltare l'unità della coalizione". Intanto il governo continua a strizzare l'occhio a Berlusconi, facendo "ponti d’oro" a un pezzo dell'opposizione. "Ma i pifferai magici finora hanno fallito. Continuo a credere che se Berlusconi avesse voluto passare a sinistra lo avrebbe già fatto", è la convinzione della Meloni.

Continua a leggere »

Il governo vuole anticipare la nascita di Gesù? “Certi ministri neanche al Monopoli”

Luca Sablone Ora vogliono modificare la Santa Messa del 24 dicembre: "Far nascere Gesù bambino due ore prima non è eresia, il Natale non si fa con il cronometro". Ma è polemica: "Offende i nostri simboli cattolici" Non si placan... Continua a leggere »

Il centrodestra vota compatto. Sì allo scostamento di bilancio

Luca Sablone Forza Italia pronta a dire sì: c'è l'ok alle risorse per gli autonomi. Lega e FdI: "Pronti a votarlo, ma attendiamo testo" Il centrodestra vota in maniera compatta e dice sì allo scostamento: la Camera ha approvato ... Continua a leggere »

Il voto in Aula, poi l’incidente: Conte sarà costretto al rimpasto?

Luca Sablone Tutte le forze di governo spingono per un rimpasto, ma nessuno vuole fare il primo passo e assumersi le responsabilità. Sospetti sul piano di Renzi per far saltare i giallorossi Un vero e proprio rimpasto per raffor... Continua a leggere »

Ora ci tocca pagare gli assegni Inps anche ai familiari degli immigrati

L'Europa ci obbliga a riconoscere che gli extracomunitari in Italia hanno il diritto agli assegni anche per i familiari a carico che vivono fuori dalla Ue

Dall'Europa tardano ad arrivare i soldi per rilanciare la nostra economia dopo le drammatiche conseguenze provocate dall'emergenza Coronavirus, ma in compenso veniamo costretti a pagare pure i familiari degli immigrati. I cittadini extra Ue in Italia (con permesso unico o soggiornanti di lungo periodo) hanno diritto ad assegni anche per i parenti a carico residenti fuori dall'Unione europea. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue. Tradotto: l'Italia dovrà iniziare a corrispondere assegni sociali ai familiari dei migranti anche se vivono nel loro Paese d'origine.

La Corte Ue giudica "contraria al diritto dell'Unione" la normativa italiana che rifiuta o riduce una prestazione di sicurezza sociale al cittadino extra Ue, titolare di un permesso unico o soggiornante di lungo periodo, per il fatto che i suoi familiari risiedono in un Paese terzo, "mentre la stessa prestazione è accordata ai cittadini italiani indipendentemente dal luogo in cui i loro familiari risiedono". La decisione è arrivata in seguito a un contenzioso tra l'Istituto nazionale della previdenza sociale e due cittadini (uno dello Sri Lanka e l'altro del Pakistan) che vivono e lavorano regolarmente in Italia e hanno moglie e figli a carico. Dopo aver soggiornato qualche anno nelle nostre città, entrambi hanno lasciato l'Ue per rientrare nel loro Paese d'origine e a quel punto l'ente previdenziale ha sospeso il pagamento delle sovvenzioni.

"Rispettare il principio di parità"

Così W.S. e V.R. hanno deciso di rivolgersi alla giustizia italiana, chiedendo il riconoscimento degli assegni anche per quei periodi. La Corte suprema di cassazione ha chiesto alla Corte di giustizia se la legge italiana contravvenga al principio di uguaglianza di trattamento previsto nelle direttive 2011/98 e 2003/109. La Corte sottolinea che la legge italiana riconosce questo diritto ai cittadini italiani che si trovano nella stessa situazione, cioè i cui familiari a carico risiedono in un Paese extra Ue.

Nella sentenza viene ricordato che se spetta agli Stati membri decidere condizioni e importo delle prestazioni di sicurezza sociale, allora nell'esercitare tale facoltà "devono rispettare il principio di parità di trattamento tra cittadini extra Ue soggiornanti di lungo periodo o ammessi nello Stato membro a fini lavorativi da un lato, e cittadini nazionali dall'altro, per quanto riguarda in particolare le prestazioni sociali". Sulla questione è intervenuto Matteo Salvini, che sui propri profili social ha esternato la sua rabbia: "La Corte di Giustizia della Ue stabilisce (e lo impone all'Italia) che gli extracomunitari hanno diritto ad assegni anche per i familiari a carico che vivono all'estero fuori dalla Ue! Ma stiamo scherzando?".

Continua a leggere »

“Stiamo facendo ridere tutta Italia”. Il Pd è pronto a scaricare Conte?

Luca Sablone I dem sono furiosi per lo stallo e per i litigi sul nuovo commissario in Calabria: "Una telenovela che va avanti da due settimane. Basta con questo gioco al massacro" La vergognosa tragicommedia del governo sulla sa... Continua a leggere »

“Niente sci a Natale”. Conte chiude i confini con l’Austria?

Luca Sablone Il governo non esclude la misura estrema di chiudere in uscita il confine del Brennero: "Non possiamo dare soldi agli austriaci e poi a gennaio rischiare la terza ondata". A un passo la crisi diplomatica con Vienna ... Continua a leggere »