Francesca Galici È morto Michel Piccoli, uno dei più importanti interpreti della Nouvelle vague, Palma d'oro con Marco Bellocchio, Papa per Nanni Moretti Si è spento a 94 anni Michel Piccoli, uno dei pilastri del cinema frances...

Morto Michel Piccoli, il Pontefice di Nanni Moretti in Habemus Papam

È morto Michel Piccoli, uno dei più importanti interpreti della Nouvelle vague, Palma d’oro con Marco Bellocchio, Papa per Nanni Moretti

Si è spento a 94 anni Michel Piccoli, uno dei pilastri del cinema francese. Da tutti considerato uno dei mostri sacri della recitazione, nel corso della sua lunga carriera ha lavorato con alcuni dei più grandi registi europei di sempre. Michel Piccoli è nato e cresciuto immerso in una famiglia di musicisti. Suo padre era violinista e sua madre pianista ma questo non ha influito sulla sua crescita artistica, che ben presto è sfociata nella recitazione.

Di chiare origini italiane da parte di suo padre, Michel Piccoli esordì al cinema nel film Silenziosa minaccia, del 1945. Aveva appena 20 anni ma la sua predisposizione era già evidente, tanto che da quel momento ha preso parte a numerose pellicole, anche se minori o in un ruoli di scarso rilievo. La sua grande occasione, il film che lo ha reso celebre su scala internazionale, è stato Il disprezzo, pellicola del 1963 diretta da Jean-Luc Godard. Da quel momento la carriera di Michel Piccoli ha fatto un poderoso balzo in avanti. A partire dal 1956 ha iniziato a collaborare con Luis Bunel, con il quale ha esplorato il cinema surrelista e scoperto nuove texture della sua arte scenica. La sua fama è cresciuta film dopo film anche grazie ai tanti lavori realizzati con i maestri più noti della Nouvelle vague. Chabrol, Varda, Lelouch e Sautet sono solo alcuni dei grandi autori che hanno reso grande il cinema francese tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta, portando la recitazione e la trama a un altro livello.

Michel Piccoli è stato uno degli interpreti più apprezzati di quel tipo di cinema, anche se il punto più alto della sua carriera lo raggiunge grazie a uno dei più grandi registi italiani. Grazie a Marco Bellocchio e al film Salto nel vuoto, del 1980, Michel Piccoli ottiene la Palma d’oro al Festival di Cannes, uno dei massimi riconoscimenti per gli attori. Nonostante l’età avanzata, Michel Piccoli non ha mai davvero smesso di lavorare e di regalare emozioni al suo pubblico. Nel 2011 è stato il Pontefice in crisi di Nanni Moretti per il film Habemus Papam, una delle pellicole italiane maggiormente premiate degli ultimi anni. Le sue interpretazioni intense, vivide e mai sopra le righe sono state il marchio di un successo fortemente voluto e raggiunto dopo una lunga gavetta. Con Michel Piccoli se ne va una parte di quel cinema elegante e raffinato che ha scritto importanti pagine della storia dell’arte mondiale.

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes