Francesca Rossi C’è stato un tempo molto lontano in cui Lady Diana e Camilla Parker Bowles si frequentavano ed erano persino diventate amiche, prima che il principe Carlo scegliesse con la testa la prima, ma con il cuore la sec...

“Lady D. e Camilla erano amiche”. La mossa “spregiudicata” di Carlo

C’è stato un tempo molto lontano in cui Lady Diana e Camilla Parker Bowles si frequentavano ed erano persino diventate amiche, prima che il principe Carlo scegliesse con la testa la prima, ma con il cuore la seconda

Incredibile ma vero, almeno stando alle indiscrezioni riportate da Elle. Lady Diana e Camilla Parker Bowles sarebbero state amiche, almeno per un periodo di tempo, prima che il principe Carlo decidesse di sposare la giovane Spencer e relegasse al ruolo di amante Camilla. La scelta dell’erede al trono d’Inghilterra non fu dettata dal cuore, bensì dal ruolo di corte e dal timore di deludere la famiglia. Lady Diana era la sposa che tutti si aspettavano di vedere all’altare accanto a lui, dai membri della royal family ai sudditi. Camilla era il vero amore, ma non possedeva le qualità giuste per ambire a un futuro sovrano, dunque rimase un legame proibito come nei migliori romanzi d’appendice.

Sappiamo tutti come è andata a finire la storia di questo pericoloso triangolo, ma forse alcuni non sanno che in un tempo ormai sepolto dai gossip, dalle biografie, dalle ipotesi e dalle certezze, Lady Diana e l’eterna rivale Camilla Parker Bowles si sarebbero frequentate e, a quanto pare, si andavano perfino a genio. Stavano per diventare amiche, insomma. Secondo la biografa della duchessa di Cornovaglia, Penny Junor, nel momento in cui Lady Diana e Carlo cominciarono a frequentarsi, Camilla e il marito Andrew Parker Bowles li ospitarono spesso nella loro tenuta a Bolehyde Manor, nel Wiltshire. Siamo alla fine degli anni Settanta.

Carlo e Camilla erano già innamorati dal 1971, quando galeotta era stata una partita di polo nel parco di Windsor. La loro relazione era durata due anni, poi la regina Elisabetta aveva intimato al figlio di cercare altrove una moglie che fosse all’altezza di diventare, un giorno, regna consorte. Camilla Parker Bowles si era fatta da parte, sposandosi con l’ufficiale dell’esercito Andrew Parker Bowles (da cui avrebbe divorziato nel 1995, dopo avergli dato due figli). Il principe Carlo, però, non aveva mai dimenticato quel grande amore e per dirla tutta la cosa era reciproca. Nel 1977 il figlio della regina Elisabetta aveva incontrato la giovanissima Diana e sembrava che ormai Camilla si fosse messa l’anima in pace.

La contessa Spencer si recava con Carlo a far visita ai Parker Bowles e secondo i rumors si affezionò molto ai figli di Camilla, Tom e Laura. Esiste perfino una foto che risale al 1980 e ritrae Diana e Camilla mentre tifano per Carlo durante un match di polo e Ludlow. Tutto normale, almeno in apparenza. L’equilibrio, però, era destinato rompersi. Il 6 febbraio 1981, al Castello di Windsor, il principe di Galles chiese a Lady Diana di sposarlo. Da quell’istante, stando alla rivelazione della Junor, Camilla decise che non sarebbe più rimasta in un angolo e Carlo non si sarebbe tirato indietro.

Diana divenne sospettosa e diffidente, rifiutò di frequentare ancora quest’amica che nei suoi confronti sembrava sempre simpatica e disponibile. Forse comprese qualcosa, forse intuì soltanto il pericolo. Tuttavia si sentiva forte, pronta a sfidare chiunque volesse far vacillare il suo sogno. Questo, almeno, nelle intenzioni. Il giorno prima del matrimonio, infatti, Lady Diana scoprì che il futuro marito voleva regalare all’amante un bracciale con le iniziali “F” e “G” (i soprannomi che si erano dati Carlo e Camilla, cioè Fred e Gladys). La principessa cambiò idea e pensò di mandare a monte il matrimonio, incurante del gossip e dello scandalo.

A quanto pare Diana chiese consiglio alla famiglia, ma la risposta delle sorelle fu piuttosto fredda: “Sfortunatamente la tua faccia è sulle tovagliette da tè, quindi è troppo tardi per tirarti indietro”. Parole in cui vediamo una punta di cinismo, ma anche un certo realismo. Il 29 luglio 1981 Lady Diana sposò il principe di Galles e in chiesa vide anche la sua rivale, Camilla. Da quel momento per la timida Spencer la favola sarebbe finita. Nel 1997 Carlo, ormai divorziato, organizzò una festa di compleanno per quella che non era più solo un’amante, ma una vera e propria fidanzata. Lady Diana tentò di fuggire dal dolore e dall’umiliazione cocente che ancora provava accettando l’invito di Mohammed al-Fayed. Una vacanza a Saint Tropez l’avrebbe aiutata a dimenticare. Ad attenderla trovò il figlio del miliardario egiziano, Dodi. Quello fu l’inizio della fine di una fiaba al contrario in cui la principessa non visse mai felice e contenta.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Princess Diana (@dianaremembered) in data: 30 Ago 2019 alle ore 5:15 PDT