Novella Toloni Georgette Polizzi ha raccontato una parte dolorosa della sua infanzia, quella vissuta insieme alla madre violenta che la picchiava ogni giorno La sclerosi multipla, l'impossibilità di avere figli con il suo compa...

Georgette Polizzi choc: “Mia madre mi mordeva e mi spegneva le sigarette sulla pelle”

Georgette Polizzi ha raccontato una parte dolorosa della sua infanzia, quella vissuta insieme alla madre violenta che la picchiava ogni giorno

La sclerosi multipla, l’impossibilità di avere figli con il suo compagno e ora il ricordo doloroso, legato all’infanzia segnata da una madre violenta. Georgette Polizzi, dopo l’esperienza a Temptation Island, torna a parlare della sua storia personale, fatta di violenze, abusi e percosse. Lo ha raccontato lei stessa, attraverso i social network, utilizzando parole crude e toccanti.

Georgette Polizzi è diventata famosa grazie alla partecipazione al reality dei sentimenti Temptation Island. Eclettica e schietta, la designer ha conquistato sin da subito l’affetto del pubblico anche per le sue dolorose vicende personali. Due anni fa, la Polizzi si sveglia nel suo letto parzialmente paralizzata, scoprendo poco dopo di essere affetta dalla sclerosi multipla. Lei però non si è arresa ed è tornata a camminare grazie alle cure e ai farmaci. Il popolo dei social le si è stretto attorno anche quando, dopo le nozze con lo storico fidanzato Davide Tresse, ha svelato di aver pensato spesso al suicidio e di non poter avere figlio. oggi, ancora una volta, Georgette Polizzi ha parlato di un capitolo tormentato della sua infanzia, quello legato alla madre violenta.

Nell’ultimo post pubblicato sul suo profilo Instagram, Georgette ha svelato retroscena toccanti della sua vita di bambina, fatta di botte, morsi e privazioni: “Mia madre era una dirigente di banca ma l’incontro con mio padre e la mia nascita le hanno cambiato la vita. Mio nonno era di Monreale e l’ha disconosciuta quando ha scoperto di essere incinta di me. Lei non era violenta, era una bestia. Mi spegneva le sigarette sulla pelle, mi mordeva, mi picchiava a sangue con qualsiasi oggetto a portata di mano. Sul mio corpo porto ancora i segni“. Parole crude e violente che ripercorrono un momento difficile della sua vita e che sono finite anche nella sua biografia, “I lividi non hanno colore”: “Mi chiudeva nello stanzino al buio per ore, secondo lei era la giusta punizione e io mi facevo la pipi addosso perché non riuscivo a tenerla per così tanto tempo e rannicchiata, lo spazio era troppo stretto“.

Una madre difficile, venuta a mancare troppo presto, uccisa dall’ex compagno. Georgette Polizzi non si è mai aperta sulla morte della madre, se non nell’intervista con Gabriele Parpiglia a “Seconda Vita”, andata in onda pochi mesi fa. In quell’occasione, la stilista svelò: “Mia madre ha avuto una morte terribile, causata dal suo compagno. Per me è stato shockante, c’era sangue ovunque“.

Novella Toloni Georgette Polizzi ha raccontato una parte dolorosa della sua infanzia, quella vissuta insieme alla madre violenta che la picchiava ogni giorno La sclerosi multipla, l'impossibilità di avere figli con il suo compa...

Georgette Polizzi choc: “Mia madre mi mordeva e mi spegneva le sigarette sulla pelle”

Georgette Polizzi ha raccontato una parte dolorosa della sua infanzia, quella vissuta insieme alla madre violenta che la picchiava ogni giorno

La sclerosi multipla, l’impossibilità di avere figli con il suo compagno e ora il ricordo doloroso, legato all’infanzia segnata da una madre violenta. Georgette Polizzi, dopo l’esperienza a Temptation Island, torna a parlare della sua storia personale, fatta di violenze, abusi e percosse. Lo ha raccontato lei stessa, attraverso i social network, utilizzando parole crude e toccanti.

Georgette Polizzi è diventata famosa grazie alla partecipazione al reality dei sentimenti Temptation Island. Eclettica e schietta, la designer ha conquistato sin da subito l’affetto del pubblico anche per le sue dolorose vicende personali. Due anni fa, la Polizzi si sveglia nel suo letto parzialmente paralizzata, scoprendo poco dopo di essere affetta dalla sclerosi multipla. Lei però non si è arresa ed è tornata a camminare grazie alle cure e ai farmaci. Il popolo dei social le si è stretto attorno anche quando, dopo le nozze con lo storico fidanzato Davide Tresse, ha svelato di aver pensato spesso al suicidio e di non poter avere figlio. oggi, ancora una volta, Georgette Polizzi ha parlato di un capitolo tormentato della sua infanzia, quello legato alla madre violenta.

Nell’ultimo post pubblicato sul suo profilo Instagram, Georgette ha svelato retroscena toccanti della sua vita di bambina, fatta di botte, morsi e privazioni: “Mia madre era una dirigente di banca ma l’incontro con mio padre e la mia nascita le hanno cambiato la vita. Mio nonno era di Monreale e l’ha disconosciuta quando ha scoperto di essere incinta di me. Lei non era violenta, era una bestia. Mi spegneva le sigarette sulla pelle, mi mordeva, mi picchiava a sangue con qualsiasi oggetto a portata di mano. Sul mio corpo porto ancora i segni“. Parole crude e violente che ripercorrono un momento difficile della sua vita e che sono finite anche nella sua biografia, “I lividi non hanno colore”: “Mi chiudeva nello stanzino al buio per ore, secondo lei era la giusta punizione e io mi facevo la pipi addosso perché non riuscivo a tenerla per così tanto tempo e rannicchiata, lo spazio era troppo stretto“.

Una madre difficile, venuta a mancare troppo presto, uccisa dall’ex compagno. Georgette Polizzi non si è mai aperta sulla morte della madre, se non nell’intervista con Gabriele Parpiglia a “Seconda Vita”, andata in onda pochi mesi fa. In quell’occasione, la stilista svelò: “Mia madre ha avuto una morte terribile, causata dal suo compagno. Per me è stato shockante, c’era sangue ovunque“.

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes