Federico Garau L'ex sindaco di Venezia Cacciari si scaglia contro la scarsa coerenza mostrata dai CinqueStelle: "Bisogna avere un muso di tolla per essere stati al Governo con Salvini, essersi mostrati in tv accanto a Salvini, ...

Cacciari duro: “Contro Salvini pagliacciata. Pd? Figura di m…a”

L’ex sindaco di Venezia Cacciari si scaglia contro la scarsa coerenza mostrata dai CinqueStelle: “Bisogna avere un muso di tolla per essere stati al Governo con Salvini, essersi mostrati in tv accanto a Salvini, portando in evidenza cartelli a sostegno di Salvini”

Intervistato da Huffington Post, Massimo Cacciari torna sul tema politico più caldo delle ultime ore, vale a dire il pronunciamento da parte della Giunta per le immunità del Senato circa la possibilità di procedere nei confronti di Matteo Salvini per la questione Open Arms.

Sono stati 13 i voti in favore della relazione presentata da Maurizio Gasparri, presidente della Giunta, nella quale si chiedeva di respingere la richiesta di processo avanzata dal tribunale dei ministri di Palermo. A far più rumore sono stati i voti della senatrice grillina Alessandra Riccardi e dell’ex pentastellato, ora confluito nel Gruppo misto, Mario Michele Giarrusso.

“Bella figura di m***a che ha fatto il Pd”, esordisce l’ex sindaco di Venezia. “I due senatori che hanno votato contro in dissenso hanno fatto bene perché è inaudito ciò che stanno facendo i grillini. Il Movimento sta sconfessando totalmente ciò che ha assecondato durante il Governo con Salvini. E dov’è finita la responsabilità collegiale di un esecutivo? Ma scherziamo, si dimettessero. Hanno un muso di tolla”, attacca ancora.

Quando la giornalista dell’ Huffington Post fa notare a Cacciari che i grillini compongono ora una compagine di governo in cui il Carroccio è stato escluso in favore del Pd/Italia Viva, il professore cerca di spiegare il suo punto di vista. “Ma i 5 stelle hanno fatto la crisi di Governo quando Salvini sequestrava gli immigrati a bordo della Open Arms? Della Diciotti o della Gregoretti? Non mi pare”, asserisce il professore. Quindi, come fatto da lui notare, una crisi di governo, se mai i casi da lui elencati avessero provocato scossoni di enorme portata nella sensibilità dei CinqueStelle, si sarebbe dovuta aprire proprio in quel momento.

“I renziani di Italia Viva hanno fatto bene a sottrarsi a questa pagliacciata. Io avrei votato più che volentieri per la carcerazione di Salvini, ma tutto questo è una bufala. Avrei preferito che i Cinquestelle facessero autocritica, pentimento, conversione e perdono, Dante me lo ha insegnato”, prosegue l’ex sindaco. Le sue critiche sono tuttavia più mirate al periodo in cui si era venuta a creare l’alleanza gialloverde.

“Bisogna avere un muso di tolla per essere stati al governo con Salvini, essersi mostrati in tv accanto a Salvini, portando in evidenza cartelli a sostegno di Salvini. Hanno fatto gli uomini sandwich di Salvini, hanno accettato tutto, mi sembra che tutto questo sia al di là di ogni senso del pudore. Siamo al di là della decenza, atti osceni in luogo pubblico. Ma come fanno? C’era lo stesso presidente del Consiglio in carica”, conclude Cacciari sulla questione relativa al voto della Giunta. “Non poteva decidere anche allora? Fingiamo di essere persone serie”.

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes