Alberto Giorgi Secondo il sondaggio di Emg Acqua per Agorà, Lega al 28,4% e Pd al 20,7%. Bene Forza Italia: +0,5%. Indecisi e non voto al 41,8& C’è sempre qualcosa di nuovo nel controverso mondo dei sondaggi politici ed ele...

Sondaggio, Lega a più 8% sul Pd. FdI molto vicino al M5s

Secondo il sondaggio di Emg Acqua per Agorà, Lega al 28,4% e Pd al 20,7%. Bene Forza Italia: +0,5%. Indecisi e non voto al 41,8&

C’è sempre qualcosa di nuovo nel controverso mondo dei sondaggi politici ed elettorali. E l’ultimo sondaggio realizzato da Emg Acqua per Agorà, la trasmissione condotta da Serena Bortone nella mattinata di Rai Tre, registra un dato molto interessante. Si tratta di quello relativo al cosiddetto partito del “non voto” e degli indecisi, che sono il 41,8% del campione della popolazione rappresentativa della popolazione italiana.

Venendo invece ai partiti veri e propri, in cima alla classifica del gradimento troviamo sempre la Lega. La compagine leghista di Matteo Salvini è stabilmente prima con il 28,4% delle preferenze, seppur in calo dello 0,4% rispetto alla precedente rilevazione di una settimana fa.

Lontano 7,7 punti percentuali ecco il Partito Democratico. I dem di Nicola Zingaretti, in calo dello 0,2% sullo scorso sondaggio, scendono al 20,7% delle indicazioni di voto. Quindi la terza piazza occupata dall’alleato al governo: il Movimento 5 Stelle si mantiene stabile, senza perdere e senza guadagnare favori. I pentastellati di Beppe Grillo, attualmente in mano al reggente Vito Crimi, pesano per il 14,7% nelle urne.

A brevissima distanza dal M5s ecco Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che ormai tallona da vicinissimo i grillini: Fdi, nonostante perda per strada un decimo di punto, con il 13,7% “minaccia” i cosiddetti “five stars”.

Bene Forza Italia, visto che gli azzurri di Silvio Berlusconi fanno registrato un incremento dello 0,5% e salgono nei consensi dal 6,1 al 6,6%. Per quanto concerne il centrodestra unito, lo schieramento a tre tra FI, FdI e Lega, intercetterebbe il 48,7% dei voti degli italiani.

Il sondaggio fotografa dunque la situazione di Italia Viva, inquadrata al 5,1%: si tratta dello stesso volume della scorsa settimana e che può soddisfare solo a metà il fondatore e leader Matteo Renzi, oltre a tutti i parlamentari e simpatizzanti renziani.

Poi, al 2,5% delle preferenze – in crescita dello 0,1% – La Sinistra, avvicinata da Carlo Calenda con la sua Azione: 2,3% (come il precedente sondaggio).

Al 2% tondo-tondo (su dello 0,1%) Europa Verde, mentre Più Europa di Emma Bonino cede lo 0,2% e scende fino all’1,5%. Tutti gli altri partiti messi assieme, infine, pesano per il 2,5% (+0,2% rispetto all’ultimo sondaggio di Emg Acqua).